Le infrastrutture idriche, un patrimonio da valorizzare

giovedì 18 ottobre 2018
14:00 - 17:00


L’industria idrica italiana negli ultimi anni ha ripreso a investire e crescere grazie alla regolazione dell’ARERA ed a nuove strategie delle imprese.
Il patrimonio storico di reti e infrastrutture risente, tuttavia, di diversi anni di immobilismo forzato e richiede ammodernamenti e interventi crescenti di manutenzione straordinaria.
La progressiva obsolescenza di reti e impianti, l’inadeguatezza delle infrastrutture in alcune aree del Paese, gli effetti del cambiamento climatico impongono dunque una nuova strategia per valorizzare e accrescere questo patrimonio nazionale.
Le analisi sulle maggiori utility italiane di Top Utility e di Water Strategy, il think tank sull’industria idrica italiana, mostrano che gli investimenti hanno significative ricadute sulla qualità dell’ambiente, il benessere dei cittadini e sono un potente stimolo alla crescita economica.
Su come valorizzare, rinnovare e sviluppare le infrastrutture idriche si confronteranno i maggiori operatori e stakeholder italiani del settore.


SALA Manutenzione e gestione reti - Pad. 18 ALTHESYS


ore 14.00-14.30   

Registrazione

 

ore 14.30-15.00   

Le infrastrutture idriche, valore per l’ambiente, motore per lo sviluppo             

Alessandro Marangoni - Althesys         

 

ore 15.00-15.20   

Verso una strategia nazionale per l’industria idrica

Giordano Colarullo - Utilitalia

 

ore 15.20-15.40   

Il contributo della regolazione alla modernizzazione del settore                          

Tbd- ARERA

 

ore 15.40-16.00   

Gli investitori istituzionali per sviluppare le infrastrutture idriche

Simona Camerano - Cassa Depositi e Prestiti       

 

ore 16.00-17.30   

Reti, impianti e investimenti: le strategie delle utility italiane

 

Modera:

Roberto Bonafini, E-Gazette                       

 

Ne discutono:                                         

  • Emanuela Cartoni/Sandro Cecili  - Acea
  • Michele Falcone/Alessandro Russo - Cap Holding
  • Franco Fogacci - Hera
  • Stefano Cetti - MM
  • Paolo Romano - Smat Torino
  • Giovanni Marati - Publiacqua



Ritorna Stampa programma

Con il patrocinio di