Fare i conti con l’ambiente 2019: è online il programma della dodicesima edizione!


APRILE 2019


Mancano 60 giorni al via del “festival formativo” di Ravenna su rifiuti, acqua, energia, bonifiche e sostenibilità

 

Fare i conti con l’ambiente presenta (rigorosamente online: https://www.labelab.it/ravenna2019/) il programma dell’edizione 2019: il festival formativo ravennate, che si terrà infatti dall’8 al 10 maggio, si è ormai imposto come momento di riflessione a livello nazionale su tematiche tecniche e di scenario del comparto rifiuti, acqua ed energia.

Tre giorni di incontri, di formazione e informazione, di approfondimenti e conoscenza sulle nuove tecnologie e sui processi industriali. Approfondimenti tematici sviluppati in collaborazione con reti esterne (associazioni, enti ed aziende), con il contributo del mondo delle università, dei ricercatori, dell’impresa, dei mass media e del no-profit dedicati sia al mondo tecnico amministrativo sia ai cittadini.

In questa 12^ edizione sono programmate oltre 50 iniziative (fra cui numerosi i momenti formativi gratuiti riconosciuti dagli ordini professionali), che si svolgeranno interamente nel centro storico pedonale di Ravenna all'interno di 12 sale attrezzate): “Fare i conti con l’ambiente” si configura come un vero e proprio festival formativo con un’ampia rassegna di conferenze, seminari di formazione (denominati labmeeting) e workshop in grado di abbracciare tutti i segmenti di attualità tecnico-scientifica del settore rifiuti, acqua, energia, bonifiche e sostenibilità ambientale.

 

ACCADUEO patrocina la Conferenza di Apertura sui Cambiamenti Climatici (C1), organizzata da Ordine Ingegneri e Romagna Acque (trovi QUI il materiale informativo), e la Scuola sui Servizi Idrici (trovi QUI il materiale informativo).

 

Tra gli eventi che segnaliamo in prima battuta:

  • La conferenza sui CAMBIAMENTI CLIMATICI che affronterà la dimensione, le influenze, le politiche di mitigazione e la disponibilità idropotabile nel futuro (in collaborazione con l’Ordine Ingegneri e Romagna Acque Spa);
     
  • La conferenza sugli INQUINANTI EMERGENTI presenti nelle acque (in collaborazione con l’Ordine Interprovinciale dei Chimici e Fisici della Regione Emilia Romagna);
     
  • La conferenza sul “GIORNALISMO AMBIENTALE” con un nuovo approccio e la cura degli elementi tecnici per uno storytelling funzionale alla corretta informazione;
     
  • L’iniziativa di approfondimento sui temi della TARIFFA PUNTUALE DEI RIFIUTI con l’Osservatorio OPERATE;
     
  • Il Workshop della Rete “PERCORSI ERRATICI” E INTERREG EUROPE MARIE organizzano un incontro aperto a tutti gli attori dell’innovazione e incentrato sulla figura geniale di Leonardo da Vinci e sulla sua visione antropocentrica dell’innovazione. A 500 anni dalla sua morte, l’approccio di Leonardo alla scienza e alla tecnologia può ricondurre l’uomo al centro della rivoluzione digitale?
     
  • I Tavoli Tecnici dei ANPAR per “GLI STATI GENERALI SUL RECUPERO DI RIFIUTI INERTI”

  • L’incontro di ATIA ISWA Italia sulla GESTIONE DEI FANGHI DI DEPURAZIONE ACQUE REFLUE con focus sulla revisione normativa del tavolo tecnico

 

E poi tantissimi altri momenti, come la conferenza del giornalista Umberto Torelli del Corriere della Sera, sempre attento ad esplorare i legami e le possibilità offerte dalla tecnologia in campo ambientale, la presenza dei giornalisti ambientali, le performance artistiche.

Importante segnalare 4 notevoli momenti formativi (tre giorni residenziali), 4 vere e proprie Scuole di Alta Formazione ospitate all’interno della manifestazione: Corso Residenziale di Alta Formazione sulla Bonifica dei siti contaminati, Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei Rifiuti, Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei Sistemi Idrici, Scuola sui Servizi Pubblici Locali.

Mario Sunseri e Giovanni Montresori, responsabili della manifestazione, dichiarano: Questa 12^ edizione rilancia con forza il progetto G100 per i Giovani, per favorire l’accesso gratuito alla formazione e creare conoscenza che si traduca in buone pratiche, promozione e confronto pubblico, favorendo una crescita di consapevolezza, scientificamente fondata sui temi oggetto dell’evento“

Tutte le iniziative sono gratuite, con la sola esclusione degli eventi ospitati (Scuole).

Ricordiamo che Fare i Conti con l’Ambiente significa anche formazione completa e accreditata per i professionisti con la possibilità di ricevere Crediti Formativi Professionali. La manifestazione si caratterizza come evento sempre attivo grazie alla presenza H24 sul web con blog e social media presidiati con coerenza.

 

PROFILO MANIFESTAZIONE

Ravenna2019 si conferma una delle manifestazioni “green” più originali del panorama italiano, con un format che miscela contenuti dall’alto valore tecnico-scientifico calati all’interno di un “palcoscenico” particolare come il centro storico di un delle principali città d’arte italiane. Efficace e originale è anche lo sviluppo "dal basso" dell'iniziativa, con il coinvolgimento di tutti gli attori (istituzioni, associazioni di categoria, imprese, ecc) attraverso la regia di labelab, con un team di professionisti operante nel settore dei rifiuti, dell’acqua, dell’energia. Viene mantenuta la struttura delle passate edizioni con una programmazione integrata di Conferenze, Workshop, Labmeeting (Seminari tecnici) ed Eventi Culturali. Sono inoltre ospitate quattro Scuole di Alta Formazione sui Rifiuti, Bonifiche, Sistemi Idrici e Servizi Pubblici Locali organizzate in collaborazione con i principali centri di ricerca italiani ed esteri.

 

LABELAB

Labelab, società specializzata nei settori del ciclo dei rifiuti, dell’acqua e dell’energia, dal 2001 opera all’interno dei sevizi pubblici locali, svolgendo attività di progettazione e consulenza ambientale, unitamente a servizi specifici di settore: dall’ideazione e gestione di eventi settoriali alla formazione specialistica, dallo sviluppo di software alla realizzazione di portali web, fino al benchmarking per i settori di competenza. Il laboratorio Labelab, costituito da un team interdisciplinare di professionisti, pone al centro della sua attività varie tematiche ambientali, con particolare attenzione ai seguenti settori: rifiuti, acqua, energia, bonifiche, aria e mobilità. Portatrice di un approccio innovativo e pionieristico, Labelab opera sul mercato italiano da quasi 20 anni sviluppandosi con un crescendo costante e acquisendo dimensioni, know-how specialistico e capacità operative tali da farne un punto di riferimento e una realtà unica nel panorama di settore del nostro Paese. Sin dalla nascita, Labelab ha svolto la sua attività di business in modo proattivo e con la massima apertura verso gli operatori dei vari settori, con l’obiettivo di “fare cultura” e di diffondere – nell’interesse di tutti, operatori, istituzioni, clienti, cittadini – le conoscenze acquisite e le esperienze maturate. Ciò le ha fatto indossare anche i panni di organizzatore di molteplici iniziative “open content”, di tipo no-profit, che hanno aggregato un amplissimo network di operatori e che si sono affermate come pietre-miliari nello sviluppo delle conoscenze e delle competenze nel campo ambientale.

 

CONTATTI:

Gian Maria Brega | PR manager
Labelab | Hashtag: #ravenna2019 | +39 338 9020851  gmbrega@labelab.it | http://www.labelab.it/ravenna2019/

 

MINIERE URBANE 2019 | a cura di Paola Perini

Oggi il cittadino è al centro di modelli di consumo che alimentano le miniere urbane a cielo aperto di rifiuti che contraddistinguono le città. Il cittadino può    essere visto anche come un nuovo cercatore che estrae attraverso i suoi nuovi modelli di consumo il nuovo oro della riduzione dello spreco ambientale di   acqua, aria, suolo ed energia. I nuovi modelli di consumo sostenibili presi a riferimento sono proposti da Startup e sono basati su una struttura open     (alimentati e partecipati dagli enti; digitalizzati; ricompensati). All'interno di Ravenna2019 i  #Startup-talks saranno condotti da startup ed esperti di innovazione che porteranno contributi, riflessioni ed esempi di applicazioni.
 

EMERGENZE CREATIVE 2019 | 12a edizione - a cura di Silvia Cirelli

 La rassegna artistica Emergenze Creative porta nel centro storico di Ravenna un intervento di arte pubblica realizzato appositamente per la manifestazione.   Per questa 12^ ed. si consolida ancora una volta la collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Ravenna, da diversi anni attenta allo sviluppo di progetti a sensibilità ambientale. In stretto dialogo con il tessuto urbano ravennate, il progetto EC rimane in linea con il concetto km zero, presentando un intervento che invita i cittadini a partecipare attivamente all’azione performativa, diventando importanti protagonisti del messaggio artistico. Dall’impronta volutamente ludica, con questo intervento Emergenze Creative si riconferma come opportunità di confronto fra arte e ambiente, con un progetto di richiamo collettivo che ancora una volta evidenzia quanto l’arte contemporanea possa fungere da valido strumento di comunicazione e di sensibilizzazione.

 

EDUCATIONAL Educazione e comunicazione ambientale per uno sviluppo sostenibile | a cura del Prof. Luigi Bruzzi e del Prof. Enrico Toscano

Il Progetto Educational consiste in strumenti informativi e comunicativi per gli Studenti basato su una serie di monografie che affrontano i temi delle risorse, bisogni dell’umanità, la rinnovabilità di alcune risorse chiavi utilizzando i principi della economia circolare e i problemi che influenzano due risorse critiche per il benessere della umanità: Energia e Acqua


ALTRE NEWS

LUG 2019

Partono i cantieri per trattenere l’acqua e rendere più sicuri i territori: il ruolo di regione Emilia-Romagna e ANBI

LEGGI DI PIÙ

LUG 2019

Più acqua per l'agricoltura

LEGGI DI PIÙ

NEWS H2O




DOCUMENTI

FARE I CONTI CON L'AMBIENTE 2019: PROGRAMMA DETTAGLIATO
FARE I CONTI CON L'AMBIENTE 2019: GUIDA EVENTO

Con il patrocinio di