Acqua del rubinetto più sicura e controllata: il primo Water Safety Plan arriva nell’hinterland milanese grazie al Gruppo CAP


MARZO 2018


Il “Water Safety Plan” arriva in Italia grazie all’impegno del Gruppo CAP, gestore del servizio idrico della Città metropolitana di Milano che, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, ha reso l’acqua che esce dai rubinetti di case, uffici, aziende e scuole dei Comuni di Bussero, Cassina de’ Pecchi e Cernusco sul Naviglio controllata 24 ore su 24, garantendo maggiori standard qualitativi e un monitoraggio continuo. Dai 56mila abitanti del sistema acquedottistico Martesana che comprende i 3 comuni alle porte di Milano, nei prossimi mesi l’esperienza del Water Safety Plan sarà estesa anche ad altre aree per arrivare entro il 2020 a comprendere tutti i comuni dell’hinterland milanese.

 

Il Water Safety Plan del Gruppo CAP è un sistema rivoluzionario di analisi dell’acqua che prevede maggiori controlli, più prelievi e l’applicazione di nuovi parametri lungo tutta la filiera idro-potabile, a partire da quando l’acqua entra nell’acquedotto fino al punto di erogazione finale, il rubinetto.

 

L’innovativo sistema è un’esperienza completamente nuova per l’Italia e inaugura un percorso che sarà presto obbligatorio in ogni Stato dell’Unione Europea come ha sottolineato lo stesso presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP, Alessandro Russo, “La scelta di adottare, per primi in Italia, il Water Safety Plan, ci ha consentito di ridefinire il modello di controllo dell’acqua potabile, garantendo i più alti standard di qualità grazie a monitoraggi specifici per le caratteristiche della nostra falda e del nostro territorio. Un investimento importante in innovazione tecnologica, ricerca e sviluppo reso possibile grazie al dialogo costante con i Comuni e i cittadini e che portiamo avanti da 90 anni”.

 

I controlli a campione sul punto di utenza finale saranno realizzati a partire dalle mense scolastiche, mettendo al centro dell’iniziativa il benessere dei giovani studenti. Un dialogo con il territorio che il Gruppo CAP vuole far crescere a partire proprio dai più giovani: essi rappresentano non solo la fascia di persone che più ha la necessità di consumare acqua sicura e di qualità ma sono anche coloro che nel prossimo futuro dovranno prendersi cura di questo bene prezioso. Giorno dopo giorno, attraverso la scuola, il Water Safety Plan diventa così anche uno strumento per far crescere la consapevolezza dell’importanza della salubrità dell’acqua e di un suo corretto utilizzo tra i più piccoli: un primo ed essenziale passo per promuovere la cultura dell’acqua a 360 gradi.


ALTRE NEWS

OTT 2018

Chiude oggi la 14a edizione di ACCADUEO: incremento di oltre il 10% di visitatori e del 20% di operatori esteri

LEGGI DI PIÙ

OTT 2018

Innovazione ed efficienza la risposta delle utility davanti ai cambiamenti climatici, allo spreco idrico e alla richiesta di maggiore efficienza da parte di Arera

LEGGI DI PIÙ

NEWS H2O


Con il patrocinio di